Campagna Amica, deroghe sulle norme di etichettatura? Risponde l’avvocato Dario Dongo

agricola-ant

Buongiorno,

il negozio di Campagna Amica dove faccio la spesa vende i suoi prodotti e anche altri, come la pizza di Pasqua che ho solo fotografato, visto il prezzo poco “amichevole”.

agricola-grandeVorrei sapere dall’avvocato Dongo se questa etichetta è regolare e se comunque i prodotti artigiani sono esenti dalle leggi di etichettatura.

Mille grazie

Katya

 


 

 

Risponde l’avvocato Dario Dongo, Ph.D. in diritto alimentare

Gentile Katya,

le imprese artigianali beneficiano soltanto di una deroga, per quanto attiene alla dichiarazione nutrizionale.

Al di fuori di ciò, le etichette dei prodotti artigianali devono riportare tutte le informazioni previste come obbligatorie nel regolamento UE 1169/11.

L’etichetta in esame presenta in effetti alcune vistose carenze:

– manca l’indicazione della quantità netta, che dovrebbe venire collocata in prossimità della denominazione di vendita

– non è specificato né evidenziato il cereale da cui proviene la ‘farina 0′ (presumibilmente grano)

– difetta la citazione dei singoli ingredienti degli ingredienti composti (‘mix di formaggi’)

– viene impiegata la dicitura ‘prodotto in uno stabilimento ove si usano…’, seguita da generico elenco di sostanze diverse dagli ingredienti allergenici invece oggetto di doverosa specificazione (es. ‘frutta a guscio’ anziché ‘noci, mandorle, …’, ‘cereali’ in luogo di ‘frumento, orzo, …’).

Non si dubita la buona fede dell’operatore ma purtroppo, come recita l’antico brocardo, ‘ignorantia legis non excusat’. L’impresa produttrice dovrà perciò adeguare le proprie etichette alle regole vigenti – anche grazie all’aiuto dell’organizzazione Campagna Amica – per evitare il rischio di incorrere in eventuali multe e sequestri. Allorché anche l’Italia introdurrà un regime sanzionatorio per le violazioni del reg. UE 1169/11.

La nostra squadra è a disposizione di tutte le imprese agricole anche familiari e delle loro organizzazioni che intendano prevenire rischi di contestazioni e anzi valorizzare i loro prodotti anche attraverso informazioni trasparenti e corrette.
Cordialità

Dario Dongo

Comments are closed