Misura confezioni e criteri di leggibilità, risponde l’avvocato Dario Dongo

confezione

Gent.mo Avv. Dongo,

vorrei chiederLe un consiglio riguardo a una problematica che mi sono trovata ad affrontare. Devo esportare in Olanda, Belgio, Germania e Francia alcuni vasetti di conserve. Il reg. UE 1169/11 all’articolo 16 indica che possono venire omesse alcune indicazioni obbligatorie se la superficie maggiore del contenitore misura meno di 10 cm2. Le chiedo perciò se, essendo il mio contenitore un cilindro, per superficie maggiore devo intendere l’area di quel cilindro.

Grazie

Chiara


 

Risponde l’avvocato Dario Dongo, Ph.D. in diritto alimentare europeo

Cara Chiara buongiorno,

la Commissione europea ha a suo tempo rigettato l’istanza di parte industriale, di poter considerare la sola superficie visibile in area frontale. Pari a un terzo della sua area più ampia, nella gran parte dei casi di confezioni cilindriche, sferiche e coniche.

Superficie visibile frontale di un cilindro (prospettiva dall’alto).

Superficie visibile frontale di un cilindro (prospettiva dall’alto).

Di conseguenza, la superficie della confezione da considerare ai fini dell’applicazione di deroghe sull’altezza dei caratteri (2) – e sulle informazioni obbligatorie da riportare in etichetta (v. paragrafo successivo) – rimane quella più ampia. Nel caso dei vasetti, in genere il lato. (1)

‘Nel caso di imballaggi o contenitori la cui superficie mag­giore misura meno di 10 cm 2, sono obbligatorie sull’imballaggio o sull’etichetta solo le indicazioni elencate all’articolo 9, para­grafo 1, lettere a), c), e) e f).’ (3) ‘Le indicazioni di cui all’articolo 9, paragrafo 1, lettera b), (4) sono fornite mediante altri mezzi o sono messe a disposizione del consumatore su sua richiesta’

(reg. UE 1169/11, articolo 16.2)

Vale la pena ricordare, a tale proposito, che la misurazione va eseguita sul recipiente chiuso ed è l’intera area della sua superficie più ampia a doversi considerare. Non invece quella dell’etichetta appostavi, generalmente più piccola.

Dario Dongo

Note
(1) Fatta salva l’ipotesi di vasetti di altezza minima, come quelli impiegati per il caviale e i suoi succedanei. In tal caso, l’area del coperchio metallico può risultare superiore a quella del lato in vetro
(2) V. requisiti di leggibilità e altezza dei caratteri di cui al reg. UE 1169/11, articolo 13 e Allegato IV
(3) Denominazione alimento, allergeni, quantità, termine minimo di conservazione o data di scadenza (reg. UE 1169/11, articolo 9.1, lettere a, c, e, f)
(4) Lista ingredienti, ndr

Comments are closed