Nome del fornitore in etichetta? Risponde l’avvocato Dario Dongo

cialde-caffe

Buongiorno avvocato Dongo,

vorrei gentilmente chiederle un’informazione sulla etichettatura delle cialde di caffè prodotte in Italia.

La nostra azienda ha progettato una macchina per caffè espresso e vorremo aggiungere un nuovo servizio verso i nostri clienti, con la vendita delle cialde compatibili con le nostre macchine. 

Abbiamo trovato un torrefattore che realizza una miscela di ottima qualità ma il fornitore afferma che è necessario indicare il suo nome e la sede dello stabilimento in etichetta, oltre a quello del distributore.

Le chiedo se esiste la possibilità che l’indirizzo della torrefazione non sia visibile, o che venga sostituito con un marchio o logo, essendo noi il riferimento per il consumatore finale.

In attesa di una gentile risposta, molte grazie

Timea


Risponde l’avvocato Dario Dongo, Ph.D. in diritto alimentare europeo

Buongiorno Timea,

il nome e l’indirizzo del produttore possono venire omessi, quando l’alimento è commercializzato a marchio del distributore. Così come può venire omessa l’indicazione della sede dello stabilimento di produzione e/o confezionamento. (1)

È obbligatorio infatti indicare in etichetta il nome o la ragione sociale – e non soltanto il marchio dell’operatore responsabile delle informazioni in etichetta, seguito dall’indirizzo della sua sede.

L’operatore responsabile delle informazioni in etichetta, secondo quanto previsto dal ‘Food Information Regulation’, è sempre e comunque il titolare del marchio con cui il prodotto alimentare viene commercializzato. (2) Nel caso in cui l’alimento sia presentato a marchio del distributore, bisogna perciò indicare il suo nome o ragione sociale e indirizzo. Senza bisogno di anteporvi la dicitura ‘distribuito da’.

Per maggiori informazioni, si fa richiamo all’ebook gratuito ‘1169 pene. Reg. UE 1169/11, notizie sui cibi, controlli e sanzioni’, su https://www.greatitalianfoodtrade.it/libri/1169-pene-e-book-gratuito-su-delitti-e-sanzioni-nel-food.

Cordialmente 

Dario

Note

(1) Sul punto si è di recente espresso anche il Tribunale Civile di Roma. Si veda il precedente articolo https://www.greatitalianfoodtrade.it/etichette/sede-stabilimento-decreto-inapplicabile-per-il-tribunale-di-roma

(2) Cfr. reg. UE 1169/11, articolo 8

 

Comments are closed