Quantità in etichetta, risponde l’avvocato Dario Dongo

quantita etichetta 600x375

Gentile avvocato Dongo buongiorno,

ho bisogno di un chiarimento. Il peso che si dichiara sul preimballaggio di una confezione di prodotto alimentare – un pacco di merendine da ‘200g e’ ad esempio, senza indicare “quantità netta, etc.” – vale per tutta la vita del prodotto? Oppure solo al momento in cui si confeziona il prodotto? 

Grazie mille dell’aiuto.

Max

Risponde l’Avv. Dario Dongo, Ph.D. in diritto alimentare europeo

Caro Max buongiorno,

La quantità dichiarata in etichetta deve sempre venire garantita per l’intera durata della c.d. shelf-life del prodotto. 

Diciture ambigue relative alla quantità – del tipo ‘circa’ o ‘soggetto a calo naturale di peso’ sono poi rigorosamente vietate. (1) Proprio perché la quantità di prodotto che viene indicata in etichetta – da intendersi, in questo senso, come ‘quantità minima’ – deve venire garantita fino all’ultimo giorno di consumo possibile del prodotto. 

Vale a dire, entro i termini di durabilità che l’operatore responsabile dell’informazione in etichetta deve indicare, sotto la propria responsabilità.

La durabilità dell’alimento preimballato va a su volta espressa ricorrendo esclusivamente alle due alternative diciture di seguito riportate:

– ‘da consumarsi entro… (data di scadenza, per i prodotti alimentari rapidamente deperibili dal punto di vista microbiologico, ovvero

– ‘da consumarsi preferibilmente entro’ (c.d. termine minimo di conservazione, TMC, da applicarsi ai cibi diversi da quelli soggetti a data di scadenza). 

Scadenza o TMC, si ricorda, devono venire sempre riportati:

in etichetta, nello stesso campo visivo della denominazione dell’alimento, con le altezze minime dei caratteri previste dal DPR 391/80, oltreché

sull’imballo esterno che contenga una o più unità di vendita.

Cordialmente

Dario

Note

(1) ai sensi del DPR 391/80, articolo 3. Si veda anche il precedente articolo https://www.foodagriculturerequirements.com/approfondimenti_1/frode-in-commercio-ed-etichette-alimentari-i-casi-atipici

Commenti chiusi