Colesterolo e trans-grassi in etichetta? Risponde l’avvocato Dario Dongo

nutrizionale-ant

Buongiorno,

sono una biologa nutrizionista e seguo sempre con interesse gli articoli dell’avvocato Dario Dongo sulle etichette alimentari. etichetta-completaVorrei conoscere il suo parere sulla tabella nutrizionale di questo alimento vegano.

Molte grazie

Sara


 

Gentilissima,

il regolamento UE 1169/11, c.d. FIR (Food Information Regulation), già a partire dalla sua entrata in vigore ha eliminato il colesterolo tra le voci facoltative in tabella nutrizionale. Oltre a vietare espressamente il riferimento agli acidi trans-grassi (TFA, Trans-Fatty Acids). (1)

A decorrere dal 14 dicembre 2014, inoltre, le etichette della quasi totalità dei prodotti alimentari devono recare una dichiarazione nutrizionale obbligatoria. Secondo l’ordine appositamente stabilito:

- valore energetico,

– grassi,

- acidi grassi saturi,

- carboidrati,

- zuccheri,

- proteine,

- sale. (2)

etichetta-errata-selezioneL’etichetta in esame non risulta conforme alle norme vigenti, sotto diversi aspetti. Anzitutto, per la presenza di voci non ammesse (colesterolo e TFA). In secondo luogo, a causa della citazione del sodio anziché dell’equivalente contenuto di sale (vale a dire, sodio x 2,5). 

I micro-nutrienti a loro volta possono venire citati solo allorché presenti in ‘quantità significativa‘. (3) Al ricorrere di tale condizione, vitamine e minerali devono venire esposti a margine della tabella, in valore assoluto nonché in percentuale rispetto ai valori nutritivi di riferimento. (4)

La nostra squadra è a disposizione per la redazione e revisione delle etichette anche sotto i profili tecnici che attengono alla dichiarazione nutrizionale, tenuto conto dei diversi sistemi di regole che si applicano in UE e nei Paesi extra-UE di potenziale destino delle merci.

Cordialità

Dario Dongo

Note

(1) È così venuta meno la possibilità di utilizzare la stessa etichetta per prodotti destinati al mercato UE e ai mercati internazionali ove colesterolo e TFA siano invece prescritti

(2) Reg. UE 1169/11, articolo 30, comma 1

(3) Cfr. FIR, Allegato XIII, Parte A, punto 2

(4) V. sopra, art. 32.3

Comments are closed