Master in diritto dei mercati agroalimentari. Borse di studio per dipendenti pubblici

L’11.2.22 scade il termine per iscriversi al Master Universitario di II Livello in Diritto dei mercati agroalimentari. L’iniziativa, giunta alla terza edizione, è organizzata dal Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Torino ed è fruibile anche online. Sono previste borse di studio INPS per dipendenti pubblici.

Master in diritto dei mercati agroalimentari, obiettivo formativo

Obiettivo del Master è formare esperti giuridici e operatori professionali specificamente preparati in tema di diritto agrario, sicurezza alimentare, produzione e commercializzazione di alimenti e bevande.

Queste figure professionali sono necessarie sia a imprese e associazioni di categoria e società di servizi, sia nella pubblica amministrazione, presso le aziende sanitarie e gli studi professionali legali.

A chi è rivolto

Il Master è proposto da Roberto Cavallo Perin, Professore Ordinario di Diritto Amministrativo presso il Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Torino. È concepito per un numero massimo di 50 partecipanti, quali

– gli operatori già attivi nel settore agroalimentare e nei settori connessi, ove  serve una formazione continua e specifica di alto livello in una disciplina in continua evoluzione. È il caso di veterinari, dirigenti ASL, incaricati dei controlli di sicurezza, esperti legali in aziende alimentari etc,

– neolaureati interessati ad acquisire una professionalità nel settore agroalimentare. È richiesta la laurea del vecchio ordinamento oppure magistrale o specialistica. Non è richiesta l’abilitazione all’esercizio della professione.

Con riserva vengono ammessi anche gli studenti che conseguiranno la laurea entro maggio 2022.

Percorso formativo

Il percorso formativo si caratterizza per una forte multidisciplinarietà dei contenuti in modo da fornire, ad allievi di diversa provenienza curricolare, le competenze necessarie per operare in un mercato in continua evoluzione.

Il piano didattico integra lezioni di tipo accademico a forme alternative di insegnamento e momenti di riflessione pratica. È articolato in quattro moduli: Diritto agrario, Mercati alimentari interni e internazionali, Sicurezza alimentare e Singole filiere alimentari.

Tra i docenti, i dottori Claudio Biglia, Amaranta Traversa e Sara Lanzilli di ASL Torino e l’avv. Dario Dongo, fondatore di FARE (Food and Agriculture Requirements) e GIFT (Great Italian Food Trade).

Didattica

Da marzo a dicembre 2022, si svolgono 400 ore accademiche di lezione, ripartite tra lezioni frontali ed esercitazioni pratico teoriche.

Le lezioni sono fissate al pomeriggio di giovedì e venerdì (16.30-19.30), mentre il sabato mattina è dedicato ad attività integrative e visite didattiche.

A prescindere dalle eventuali restrizioni dettate dall’emergenza sanitaria agli incontri in presenza, è sempre consentita la fruizione in video streaming delle lezioni.

Il diploma

Il conseguimento del Diploma di Master Universitario di II livello dell’Università degli Studi di Torino è subordinato alla frequenza del percorso di formazione in aula (almeno i 2/3 delle ore complessivamente previste), al superamento delle verifiche in itinere e alla discussione della tesi finale.

Come iscriversi

L’iscrizione al Master Universitario di II Livello in Diritto dei mercati agroalimentari è consentita fino alle ore 15 dell’11.2.2022.

La quota d’iscrizione è di 3.300 euro da pagarsi in 3 rate. È stato richiesto l’accreditamento del master al Bando INPS per l’erogazione di borse di studio in favore di dipendenti della Pubblica Amministrazione iscritti alla gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali. Le eventuali borse di studio potranno coprire l’intera quota di iscrizione del master.

Per informazioni, visitare il sito http://www.master-agroalimentare.unito.it, scrivere a master.agroalimentare@unito.it o chiamare il numero 011/6399254.